Main Menu

La teologia risponde – Se Gesù è vero Dio e vero uomo in quanto vero uomo poteva innamorarsi?

Come vero uomo, Gesù ha sperimentato tutte le dimensioni dell’umanità, ad eccezione del peccato. L’amore umano, inteso come un sentimento di affetto romantico o di passione, non è in contrasto con la sua natura umana. Gesù, nella sua umanità, aveva capacità emotive e relazionali, comprese l’affettività e l’amore per gli altri. A tale proposito Pio XII nell’Enciclica Haurietis aquas afferma con estrema chiarezza: “Niente dunque mancò alla natura umana assunta dal Verbo di Dio; in verità, Egli la possedette senza alcuna diminuzione, senza alcuna alterazione, tanto nei suoi elementi costitutivi spirituali quanto nei corporali, vale a dire: dotata di intelligenza e di volontà, e delle altre facoltà conoscitive interne ed esterne; dotata parimenti delle potenze affettive sensitive e di tutte le loro corrispondenti passioni”. Tuttavia, è importante notare che l’amore di Cristo è profondamente diverso e più grande di qualsiasi amore umano.

Per saperne di più

 



Rispondi