Main Menu

Verso l'inizio dei lavori dell'ala nord ovest che costeranno poco meno di 800 mila euro

Entro fine mese aprirà il cantiere in Cattedrale

All’Ufficio tecnico comunale di viale Muscarà firmato il contratto per i lavori di ripristino dell’ala nord ovest della Basilica Cattedrale Maria Santissima delle Vittorie. Dopo 6 anni dal crollo del soffitto dell’archivio storico, il 2019 si concluderà con l’intervento manutentivo che permetterà finalmente di smontare l’impalcatura in tubi in acciaio che dopo la scoperta del crollo fu posta a protezione del cantonale del tempio sacro ma che, esteticamente, imbruttisce il paesaggio del centro storico con in vetta la Cattedrale, dando l’impressione di un cantiere aperto e abbandonato. Senza contare che ai piedi dell’impalcatura si è ormai creata una discarica abusiva a causa di residenti incivili che nonostante i continui moniti continuano a gettarvi imperterriti i rifiuti domestici. 
Una situazione di molteplici disagi dunque a cui con l’avvio dei lavori si porrà fine. La firma del contratto tra il dirigente dell’ufficio tecnico, l’ingegnere capo Mario Duminuco e l’impresa Di Nica Costruzioni s.r.l. di Agrigento, ha riguardato in particolare oltre ai lavori per il recupero statico del corpo della sagrestia nell’ala nord ovest anche la revisione delle coperture della Cattedrale. 
Il geom. Calogero Di Sano, dell’Ufficio tecnico comunale, che svolgerà le funzioni di Rup ci spiega: “Il progetto è stato redatto dall’ing. Samantha Campione e dall’arch. Tiziana Crocco con la consulenza statica del prof. Antonio Cottone, in seguito al crollo, avvenuto nel mese di luglio 2013, che ha interessato la parte centrale della volta e l’abbondante materiale precipitato sul pavimento ha provocato profonde deformazioni e lesioni sulla volta del piano inferiore. L’intervento progettuale è stato finanziato con decreto dell’Assessorato regionale alle Infrastrutture e della mobilità tramite le risorse di sviluppo e coesione 2014/2020, per un importo complessivo di 790.920 euro. I lavori saranno diretti dall’arch. Salvatore Ciantia, con l’alta sorveglianza da parte della Soprintendenza ai Beni culturali e ambientali di Enna. Il coordinamento della sicurezza in fase di esecuzione, sarà diretto dall’ing. Dario Ardito. La consulenza statica sulle strutture in fase di esecuzione è stata affidata all’ing. Samantha Campione. A breve verranno consegnati i lavori all’impresa Di Nica costruzioni, con effettivo avvio entro la fine di questo mese”. Dopo aver effettuato i lavori esterni si potrà così procedere ai lavori di risanamento interno degli intonaci della chiesa ed inoltre ai lavori nella sagrestia, nell’archivio e nel museo della Cattedrale. Progettualità per cui sarà necessario intercettare altri fondi. Il museo in pochi lo ricordano e hanno avuto la fortuna di visitarlo. L’esposizione contenente i pezzi più pregiati della Cattedrale fu inaugurato parecchi anni fa ma per mancanza di personale di custodia e vigilanza rimase fruibile ai visitatori per pochissimo tempo, le nuove generazioni non ne hanno infatti memoria. E pochi turisti lo hanno potuto vedere. 



Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: