Main Menu

“Fraternità presbiteriale, balsamo di Misericordia”. Si inaugura la

A Gela incontro nazionale dei Missionari della Misericordia

Si svolgerà a Gela, presso l’hotel Villa Peretti, il 25 e il 26 settembre prossimo, l’ incontro nazionale dei Missionari della Misericordia che avrà per tema “Fraternità presbiteriale, balsamo di Misericordia.
Con la Lettera Apostolica  Misericordia et misera, il Santo Padre ha prolungato questo ministero straordinario oltre l’Anno Santo, chiedendo ai Missionari della Misericordia, di continuare ad essere testimoni privilegiati della straordinarietà dell’evento giubilare, di annunciare la bellezza della misericordia di Dio ed essere confessori umili e sapienti  assolvendo anche i casi riservati alla Sede Apostolica.
Nel pomeriggio del 25 settembre, dopo la preghiera di inizio che condurrà don Pasqualino di Dio,  iniziatore della Fraternità Apostolica della Misericordia, e l’introduzione di mons. Francesco Spinelli, Officiale del Pontificio Consiglio per la Promozione della Nuova Evangelizzazione, i lavori si apriranno con il primo insegnamento “ Prospettive pastorali per una corretta e fruttuosa celebrazione del Sacramento della Riconciliazione nelle nostre comunità”, condotto da  don Giuseppe Buccellato, Docente di Teologia spirituale presso lo Studio Teologico “San Paolo” di Catania.
Alle ore 19,00  presso la Chiesa Madre di Gela, la celebrazione della Messa presieduta da mons. Rino Fisichella Presidente del Pontificio Consiglio per la Promozione della Nuova Evangelizzazionee Coordinatore generale dei Missionari della Misericordia del mondo. Concelebreranno mons. Josè Octavio Ruiz Arenas, Segretario del Pontificio Consiglio per la Promozione della Nuova Evangelizzazione,  e mons. Rosario Gisana, Vescovo di Piazza Armerina.
Alle 20,30 verrà inaugurata la “Bottega di Nazareth”, che dopo l’iter autorizzativo, diverrà un negozio solidale gestito dalla nuova cooperativa sociale di tipo “B” denominata “Raphael” che esporrà e venderà on-line (www.raphaelcoop.it) i prodotti realizzati, dagli assistiti dell’Associazione “Dives in Misericordia, Onlus” all’interno dei laboratori di falegnameria, ceramica e sartoria, il cui ricavato andrà a sostenere le attività della Piccola Casa della Misericordia che attraverso la mensa, il dormitorio, l’ambulatorio e altri servizi si occupa dell’inclusione sociale e delle famiglie disagiate del territorio.
La “Bottega di Nazareth” diverrà  inoltre  un info point turistico per far conoscere le bellezze artistiche della nostra città.
La mattina del  26 settembre,  dopo l’Adorazione Eucaristica e la Lectio Divina di  don Angelo Passaro, docente di Esegesi all’Antico Testamento presso la Pontificia Facoltà Teologica di Sicilia, seguiranno: l’insegnamento “ Un nuovo spazio per la fragilità: i social come nuovi confessionali” di don Gianni Notari, docente di Antropologia culturale e di Sociologia presso la Pontificia Facoltà Teologica di Sicilia e  subito  dopo l’insegnamento “Fraternità presbiterale, balsamo di Misericordia” di don Vito Impellizzeri, Missionario della Misericordia e  docente di Teologia Fondamentale presso la Pontificia Facoltà Teologica di Sicilia.
L’incontro si concluderà con la  Celebrazione Eucaristica alle ore 12,00 presieduta da mons. Rosario Gisana, Vescovo di Piazza Armerina.



Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: