Main Menu

Nocilla presidente dei giuristi cattolici

Il 27 settembre 2019 il professor Damiano Nocilla è stato nominato presidente centrale dell’Unione giuristi cattolici italiani. Succede al presidente emerito Francesco D’Agostino. L’elezione è avvenuta nel corso del Consiglio centrale che ha proceduto alla sua costituzione. Eletti anche i due vicepresidenti, gli avvocati Mattia Ferrero e Vincenzo Bassi e il tesoriere, l’avvocato Matteo Pasqualato.
Nel corso della riunione sono state pronunciate parole di saluto dal presidente uscente Francesco D’Agostino ed è stata esposta una linea di impegno programmatico condivisa da tutto il Consiglio centrale. Al termine, il Consiglio ha inviato a Papa Francesco il seguente telegramma: “Il nuovo Consiglio centrale dell’Unione giuristi cattolici italiani, insediatosi per la propria costituzione, eleva il proprio pensiero filiale e devoto alla Santità Vostra, esprimendo la propria gratitudine per il Suo Magistero, che orienta anche in ambito giuridico il pensiero e l’azione dei cattolici. Coglie l’occasione per invocare la Sua Paterna Benedizione Apostolica, assicurando alla Santità Vostra le proprie costanti preghiere per la Divina Assistenza nel ministero petrino”.
L’Unione Giuristi Cattolici Italiani ha lo scopo di contribuire all’attuazione dei principi dell’etica cristiana nella scienza giuridica, nell’attività legislativa, giudiziaria e amministrativa, in tutta la vita pubblica e professionale. L’Unione è nata nell’immediato secondo dopoguerra (1948), su impulso di personalità quali Giuseppe Capograssi e Francesco Carnelutti, anche in ragione della profonda crisi di coscienza avvertita allora da molta parte dei giuristi italiani di fronte alle sconcertanti esperienze di violenza e di barbarie cui aveva condotto in vari Paesi l’avventura totalitaria, e che erano state favorite dall’affermazione nel tempo di dottrine giuridiche – quali ad esempio il positivismo giuridico – profondamente anticristiane, e quindi antiumane. Nei suoi 52 anni di vita l’Unione – sotto la presidenza di personalità quali Antonio Segni, Francesco Santoro Passarelli, Pietro Gismondi, Sergio Cotta – attraverso i suoi convegni di studio e le sue pubblicazioni ha di volta in volta trattato temi e problemi di frontiera nell’evolversi della cultura giuridica così come della società italiana.
L’Unione cura una serie di pubblicazioni: i Quaderni di Iustitia e la rivista trimestrale Iustitia. L’Unione si articola in Unioni locali e conta più di 1500 Soci.
Damiano Nocilla è nato il 31 ottobre 1942 da Pietro, originario di Pietraperzia ed è coniugato. Si è formato a Roma e si è laureato in Giurisprudenza nell’Università ”La Sapienza”, nel 1965. Ha svolto attività scientifica presso la stessa Università, pubblicando numerosi lavori sulla Corte Costituzionale. Nel 1970 entrava per concorso nei ruoli del Senato. Qui veniva assegnato, prima, al Servizio di segreteria e poi, al servizio affari generali; curava altresì la Segreteria della Commissione inquirente sui procedimenti d’accusa e del Comitato parlamentare sui Servizi di informazione e sicurezza. Dal 1982 al 1983 (Governi Fanfani e Craxi) è stato Capo dell’ufficio legislativo della Presidenza del consiglio. Rientrato in Senato nell’autunno del 1983 è stato nominato Vice-segretario generale nel novembre 1986 e poi Segretario. Legato al diocesi di Piazza Armerina e in particolare a mons. Vincenzo Cirrincione, ha ricevuto nel 1996 dal Comune di Pietraperzia la cittadinanza onoraria.



Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: