Main Menu

SINODO Mons. Erio Castellucci ha presentato il progetto "Cantieri di Batania"

Nelle Diocesi si rilancia la Fase Narrativa

Si è svolto il 3 settembre, in modalità telematica, l’incontro nazionale dei Referenti Diocesani per il Sinodo delle Chiese italiane con il quale, dopo la pausa estiva, si riprendono le fila del lavoro già svolto e si provvede a programmare le attività da avviare. Mons. Erio Castellucci – arcivescovo abate di Modena-Nonantola e vescovo di Carpi, vice-presidente della Conferenza Episcopale Italiana e membro del Gruppo di coordinamento nazionale del Cammino Sinodale – ha introdotto i lavori, presentando il progetto dei “Cantieri di Betania” che traccia le prospettive per il secondo anno. Il Presule ha spiegato che, in ogni Diocesi italiana, nei prossimi mesi, verrà rilanciata la fase narrativa, sempre attraverso il metodo della conversazione spirituale, con uno strumento di lavoro molto dinamico, rappresentato, appunto, dal “cantiere”. Gli altri interventi, a cura di p. Giacomo Costa, SJ; del prof. Pierpaolo Triani e della prof.ssa Giuseppina De Simone, hanno chiarito che questo nuovo percorso è frutto proprio della sinodalità e nasce dalla consultazione del popolo di Dio, svoltasi nel primo anno di ascolto. Esso è strumento di riferimento per il prosieguo del Cammino che intende coinvolgere anche coloro che, finora, sono rimasti ai margini. I relatori hanno chiarito, altresì, che la Segreteria Nazionale provvederà a pubblicare e diffondere un Vademecum per meglio orientare il lavoro delle Diocesi. In questo documento è possibile, da un lato, appurare che i cantieri sinodali sono intesi quali assi di lavoro da adattare alle singole realtà locali e, dall’altro lato, estrapolare la metodologia operativa che dovrà caratterizzare il percorso di quest’Anno Pastorale. Ampia la partecipazione da parte delle Diocesi italiane, i cui referenti hanno avuto la possibilità di interagire, con domande e sollecitazioni, con i membri del Gruppo di coordinamento, relativamente a questioni di tipo logistico-pratico sull’organizzazione e gestione dei cantieri. Il Dr. Vincenzo Corrado, Direttore dell’Ufficio Nazionale per le comunicazioni sociali della CEI, ha ricordato che è ancora valida la possibilità, in capo a ciascuna Diocesi, di inviare alla Segreteria Nazionale il materiale informativo sulle proprie attività, ritenute buone pratiche, a vantaggio di un percorso circolare di sana comunicazione tra Chiese locali.
A livello regionale, sabato 17 settembre, si è svolto un altro incontro con i referenti Diocesani, presso l’Oasi Francescana “Madonnina del Lago” di Pergusa. A monte di questo incontro si colloca una riflessione dei Vescovi siciliani in ordine all’opportunità di scegliere un tema relativo ai Cantieri Sinodali per avviarlo ed approfondirlo a livello regionale.
Mons. Cesare Di Pietro, vescovo ausiliare di Messina-Lipari-Santa Lucia del Mela e delegato della C.E.Si. per il Sinodo, ha dettato le motivazioni fondanti dell’appuntamento che, alla vigilia dell’avvio in ogni Diocesi dell’Anno Pastorale, vuole essere strumento di supporto per un migliore raccordo tra le sintesi della fase narrativa, dello scorso anno, e ciò che si dovrà strutturare al fine dalla consultazione del popolo di Dio, con lo strumento dei cantieri. L’incontro si è concluso con un momento di agape fraterna in cui, alla luce della cordialità e della condivisione, i referenti diocesani hanno potuto prendere contatti diretti anche con i referenti regionali, anello importante di collegamento tra le varie realtà.



Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: