Main Menu

Espianto multiorgano all’Umberto I di Enna: prelevati fegato, reni e cornee

I familiari di un uomo di 67 anni, deceduto a causa di una ischemia cerebrale presso il reparto di Rianimazione dell’Ospedale Umberto I di Enna, hanno dato il consenso alla donazione degli organi. Dopo il periodo di osservazione obbligatorio per legge che ha accertato la morte cerebrale, sono  stati prelevati il fegato, i reni e le cornee. Il prelievo è stato eseguito tra la notte del 27 e la giornata del 28 febbraio nella sala operatoria dell’ospedale Umberto I di Enna. Un grande atto di amore e solidarietà umana che permetterà di salvare la vita a coloro che attendono di ricevere un organo e per i quali il trapianto rappresenta l’unica cura possibile. A eseguire il prelievo di organi sono stati i chirurghi dell’Ismett di Palermo, con il supporto dell’equipe locale di Sala Operatoria, Anestesia  e Rianimazione diretta dal dott. Nello Savoca. Le cornee sono state prelevate dall’equipe di oculistica diretta dal Dr Giustino. Ciò è stato possibile grazie alla pronta azione della rete regionale trapianti e, al Coordinamento Locale per il territorio ennese, coadiuvato dal dott. Paolo Bonasera, referente del coordinamento e dagli Infermieri Giovanni  Iannello e Fabio Guarneri.
il dott. Iudica, commissario straordinario dell’ASP di ENNA, nel complimentarsi per l’ottimo lavoro svolto dall’equipe sanitaria,  ha voluto personalmente ringraziare i parenti del donatore recandosi nella camera mortuaria del nosocomio ennese.



Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: