Main Menu

C.E.SI. Superare il sistema delle tariffe per i Sacramenti. Il pronunciamento dei Vescovi di Sicilia

Processioni ancora vietate

Ancora niente processioni. È la determinazione a cui sono giunti i vescovi di Sicilia nella sessione straordinaria della Conferenza Episcopale regionale svoltasi ad Enna il 30 giugno scorso presieduta da mons. Salvatore Gristina. “In merito alla opportunità e/o possibilità di ripresa delle processioni – si legge nel comunicato finale – i Vescovi convengono che non potendosi assicurare, per lo svolgimento delle processioni, il rispetto delle misure precauzionali determinate dalle autorità sanitarie, civili e religiose, così come previste dal Decreto Legge n. 65 del 18 maggio 2021 e della successiva circolare applicativa del Ministero dell’Interno del 19 maggio 2021, relativa alle norme per il contenimento della diffusione del Covid-19, si conviene di confermare la sospensione delle processioni fino a nuovo provvedimento della stessa Conferenza, così come stabilito nella sessione straordinaria della CESi dell’11 maggio 2020; risoluzione confermata nella sessione autunnale, svoltasi in data 8-10 ottobre 2020.
Un altro argomento che da diverse sessioni occupa la discussione in seno alla Conferenza è quella scaturita dalla recente Istruzione della Congregazione vaticana per il clero dal titolo “La conversione pastorale della comunità parrocchiale a servizio della missione evangelizzatrice della Chiesa” nella quale viene rivolto un invito alle comunità a perseguire un itinerario di conversione. Aspetto rilevante di tale conversione viene individuato nel superamento del sistema delle tariffe per la celebrazione dei sacramenti per giungere all’obiettivo delle libere offerte. I Vescovi hanno predisposto un documento che verrà inviato agli organismi di partecipazione ecclesiale delle Diocesi siciliane (Consigli pastorali, Consigli per gli affari economici, ecc.) inerente la sensibilizzazione della comunità cristiana circa l’educazione alla gratuità e al coinvolgimento dei fedeli alla partecipazione economica alle attività parrocchiali e/o diocesane. L’auspicio è che si giunga progressivamente ad un cambiamento di mentalità da parte di tutti, clero e laici. Tale documento sarà presto pubblicato sui canali ufficiali della Conferenza Episcopale.
Queste sono state le determinazioni più importanti. Inoltre i Vescovi hanno deliberato la nomina di Don Salvatore Corsaro dell’Arcidiocesi di Palermo, Giudice del Tribunale Ecclesiastico Interdiocesano, a Vicario Giudiziale aggiunto dello stesso Tribunale.
Inoltre è stato dato parere favorevole sull’opportunità che il Vescovo di Mazara del Vallo richieda alla Congregazione per il Culto Divino e la Disciplina dei Sacramenti il titolo di Pontificia Basilica Minore per il Santuario Maria SS. Addolorata in Marsala.



Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: