Main Menu

A Valguarnera nasce il 3P, un nuovo gruppo giovanile

“Dio ci ama, ma sempre tramite qualcuno”. Sono queste le parole del beato Padre Pino Puglisi (3P) alle quali ci siamo ispirati come giovani del neonato gruppo di pastorale giovanile che prende il nome dal modo in cui il Beato amava firmarsi: “3P”. Nonostante il tempo difficile e incerto della Pandemia in corso, grazie alla testimonianza del novello sacerdote don Samuel La Delfa – ordinato appena pochi mesi fa – siamo stati aiutati a organizzarci come associazione per poter tenere vivo il ricordo del Beato Puglisi e per lasciarci formare dalla sua testimonianza di vita e di fede. L’associazione “3P” nasce a Valguarnera Caropepe, all’interno della Chiesa Madre e sotto la tutela del Parroco don Francesco Rizzo e del giovanissimo don Samuel, vicario cooperatore della Chiesa Madre, nostro presidente e assistente spirituale. Le responsabilità interne al gruppo sono a noi stessi affidate e il direttivo risulta così composto: il sottoscritto, Antonio Santamaria, come vice presidente, Sara Campione come segretaria, Martina Greco come cassiera e Alfonso Nocilla, Maria Pina Greco, Maria Greco e Giuseppe Chessari come consiglieri. Gli iscritti ad oggi sono sessantadue giovani, dal post cresima agli universitari. Il 3P è un gruppo di pastorale giovanile che ispirandosi alla figura del Beato Padre Pino Puglisi offre al territorio valguarnerese un luogo e un tempo di amicizia, grazie alla organizzazione di eventi di carattere culturale e sociale, promuovendo la crescita spirituale tra i soci e tra quanti volessero farne parte. La realtà del “3P” è iniziata la scorsa estate, con l’organizzazione del musical sul Beato Puglisi scritto da don Giuseppe Calderone, Michele Paulicelli e Piero Castellacci “L’amore salverà il mondo”, e con la realizzazione di un Centro estivo dedicato ai ragazzi dagli 11 ai 14 anni, e che ha portato i partecipanti ad apprendere lezioni di solidarietà, ecologia e legalità. La voglia di conoscere il proprio ispiratore, ci ha spinti ad andare a Palermo, sulle orme del Beato Puglisi, visitando la casa-museo e la sua parrocchia di Brancaccio; facendo esperienza concreta della realtà storica del suo martirio e della semplicità ordinaria di cui era fatta la sua vita. I progetti del gruppo continuano e di certo porteranno alla realizzazione di altre iniziative nell’ormai imminente periodo natalizio. La formazione spirituale, affidata al nostro assistente don Samuel, prosegue con incontri quindicinali (anche a distanza e su piattaforme digitali) dedicati all’ascolto della Parola, alla preghiera e alla formazione su tematiche culturali e sociali. Con l’occasione si invitato a partecipare alle iniziative del gruppo tutti coloro che volessero farne parte perché riprendendo le parole di 3P, “se ognuno di noi fa qualcosa, allora possiamo fare molto”.



Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: