Main Menu

Sarà celebrata nella serata di giovedì 2 aprile la Messa Crismale

Durante l’ultimo incontro dei Vicari Foranei, recependo i suggerimenti dei sacerdoti di ogni Vicariato, si è deciso di celebrare la Messa Crismale il prossimo giovedì 2 aprile alle ore 19.

Questa scelta è maturata dopo che lo stesso Vescovo lo scorso anno durante la Messa Crismale aveva richiamato l’importanza di questa Messa che è “la festa più importante nella vita della Diocesi”  e auspicando una più corale partecipazione aveva espresso la possibilità, dal prossimo anno di celebrare questa Messa in un giorno diverso dal giovedì Santo mattina.

La Lettera Circolare sulla preparazione e celebrazione delle feste pasquali, della Congregazione per il Culto Divino del 16 gennaio 1988 al numero 35 dice “Secondo la tradizione, la Messa del crisma si celebra il giovedì della settimana santa. Se il clero e il popolo trovano difficoltà a riunirsi in quel giorno con il vescovo, tale celebrazione può essere anticipata in altro giorno, purché vicino alla Pasqua. Infatti il nuovo crisma e il nuovo olio dei catecumeni devono essere adoperati nella notte della Veglia pasquale per la celebrazione dei sacramenti dell’iniziazione cristiana”.
Dice ancora la lettera “La Messa del crisma in cui il vescovo, concelebrando con il suo presbiterio, consacra il sacro crisma e benedice gli altri oli, è una manifestazione della comunione dei presbiteri con il proprio vescovo nell’unico e medesimo sacerdozio e ministero di Cristo. A partecipare a questa Messa si chiamino i presbiteri delle diverse parti della diocesi, per concelebrare con il vescovo, quali suoi testimoni e cooperatori nella consacrazione del crisma, come sono suoi cooperatori e consiglieri nel ministero quotidiano. Si invitino con insistenza anche i fedeli a partecipare a questa Messa e a ricevere il sacramento dell’eucaristia durante la sua celebrazione”.
In questa messa i sacerdoti rinnovano le promesse pronunciate il giorno dell’ordinazione e la Chiesa riscopre la sua vocazione sacerdotale.
La celebrazione del 2 aprile sarà anche l’occasione per tutta la diocesi, per stringersi attorno al proprio pastore in occasione del sesto anniversario della sua ordinazione episcopale e dell’inizio del ministero pastorale nella diocesi che ricorre il 5 aprile.



Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: