Main Menu

I mazzarinesi scelgono “Città più Pulita”

Democrazia Partecipata: i mazzarinesi hanno scelto il progetto “Città Più Pulita” presentato da Cristina Palomba presidente dell’associazione Onlus “Lega Italiana Dei Diritti dell’Animale, Sezione di Mazzarino e Riesi”. Il progetto che ha ottenuto 257 preferenze su  590 votanti “sponsorizzato dall’assessore Giuseppe Vincenti – dice lui – nella qualità di cittadino mazzarinese”, dovrà essere finanziato dal Comune di Mazzarino per circa  11000 euro (anche se la somma esatta ancora non si conosce),  in ossequio alla legge regionale 5 che destina la quota del 2% delle somme trasferite dalla Regione Siciliana, per essere spesa con forme di “democrazia partecipata utilizzando strumenti che coinvolgono la cittadinanza per la scelta di azioni di interesse comune”. Il progetto vincitore prevede la realizzazione di diverse opere per la salvaguardia dell’ambiente e degli animali a livello locale, provinciale e regionale che “non lascia spazio – si legge nel progetto – ad improvvisazioni di sorta, bensì richiede competenze e qualificazioni diversificate”. Nella proposta progettuale si prevede, altresì, di “inserire la video sorveglianza nei punti più critici all’interno del territorio di Mazzarino per evitare il selvaggio abbandono dei rifiuti ed allo stesso tempo il richiamo degli animali randagi. Il sistema video sorveglianza sarà gestito direttamente da una sala del Comando di Polizia Municipale per garantire il rispetto della normativa vigente sulla privacy. Inoltre è prevista la installazione di otto cestini stradali per la raccolta differenziata per le deiezioni canine a basso impatto ambientale, privo di qualsiasi prodotto nocivo e/o tossico, della capacita di 40 litri, in lamiera di acciaio zincato con coperchio completo di maniglia”. Ora si dovrà aspettare che il Comune provveda ad impegnare la spesa e ad utilizzarla col punto interrogativo, però, tenuto conto che ancora il Comune deve approvare il consuntivo 2017, il preventivo e consuntivo 2018 e il preventivo 2019.
 Al secondo posto, con 164 preferenze, si è classificato il progetto n. 3 presentato dal presidente della Pro-Loco dott. Filippo Bonifacio e riguardante il Natale 2019 e il Carnevale 2020.  Terzo posto con 103 preferenze per l’associazione “InArte” presieduta dal prof. Eugenio Bognanni. Il progetto, invece, presentato da Gaetano Bonanno presidente dell’associazione A.S.D. Sport ha totalizzato 50 preferenze. Infine ultimo posto, con 10 voti ottenuti, per il progetto Vespa Club presentato dal presidente Tony Stuppia.
A questo punto sorge spontanea la domanda: Il carnevale 2020 si farà?… Con quali fondi?



Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: