Main Menu

In ricordo di Rocco Lombardo

Rocco Lombardo, una personalità del mondo culturale ennese, è morto il 9 maggio scorso, all’età di 78 anni, colpito da un terribile male mentre era intento alle sue molteplici attività. Enna perde un uomo semplice e generoso, dalle mille iniziative, amante dell’arte e di grande cultura. Originario di Alì Terme (ME), ennese d’adozione, è stato cassiere capo nella locale Banca d’Italia. Conclusa la carriera di dirigente di quell’istituto, scelse di stabilirsi definitivamente ad Enna con la famiglia dedicandosi ai suoi molteplici interessi, specie nel campo storico-letterario, nella pittura e nella musica. Conosciuto e apprezzato dagli ennesi, li ha ricambiati con la sua proverbiale disponibilità, dando il suo prezioso contributo in ogni campo, specie in quello sociale, dell’associazionismo e del turismo. Ha partecipato alla fondazione di due case editrici la “Papiro” e “Il Lunario”. Ha fatto parte della Società di Storia Patria della Sicilia Centro Meridionale; dell’Archeo Club d’Italia; della sezione ennese del Cinet (Cineforum Italiano); dell’Associazione Federiciana; della Casa d’Europa; del Club Unesco; della Banca del Tempo; dell’Accademia della Cucina; del Centro studi Federico II e del FAI. Ha partecipato alla rifondazione della settecentesca “Accademia Pergusea” di cui è stato socio onorario, e presidente, sin dal 2010, del Comitato Ennese della Società Dante Alighieri. Lungo l’elenco delle pubblicazioni. Se ne citano alcune: Guglielmo Borreman a Enna, Da Castrogiovanni a Enna, La chiesa e il monastero di San Marco, la Musica ad Enna, il Santuario del SS. Crocifisso di Papardura, Il Teatro Sospirato, la Chiesa di San Cataldo e l’Orologio Solare della chiesa di San Domenico. Altre pubblicazioni sono state quelle che trattano di turismo e di gastronomia. Ha scritto articoli di storia dell’arte e di letteratura su numerose riviste quali “Scena illustrata”, “Kalòs”, “Henna” ed “Enna provincia”. E’stato socio e socio onorario di Club Service cittadini e di varie associazioni culturali. Numerose le collaborazioni con Enti ed Istituzioni: Soprintendenza ai BB.CC., Provincia, Comune, Prefettura, Diocesi di Piazza Armerina. Nel campo artistico-teatrale è stato impegnato alla stesura di testi per commedie, rappresentate con successo, e notevoli sono state le collaborazioni con autori, sceneggiatori e registi. Tra il 1994 e il 1998 ha ricoperto la carica di assessore comunale alla cultura e pubblica istruzione nella Giunta capeggiata dal sindaco Antonio Alvano. Nel 2005 gli è stata conferita dal Consiglio Comunale la cittadinanza onoraria e nel 2016 il Kiwanis Club di Enna gli ha assegnato il “Premio Euno”. La sua dipartita ha scosso vasti strati della popolazione ennese, tanto che innumerevoli sono stati i sentimenti di cordoglio e di partecipazione al lutto dei famigliari nei social e con commosse testimonianze a conclusione del rito funebre officiato nella parrocchia di San Cataldo. Per decisione unanime della Giunta Comunale è stato dichiarato il lutto cittadino nel giorno delle esequie e molti hanno potuto salutare Rocco Lombardo nella camera ardente allestita nel foyer del Teatro Comunale. Il sindaco Maurizio Dipietro, appresa la notizia della scomparsa dell’illustre uomo di cultura, in un messaggio pubblicato giorni fa su facebook, ha  scritto: “Rocco Lombardo ha vissuto quasi tutta la sua vita ad Enna, ne era innamorato e lo si capiva dal modo in cui parlava della storia e della conoscenza che aveva dei nostri monumenti e in particolare del Duomo, che apprezzava moltissimo, e dal rispetto che lo legava alla nostra Padrona. Non era ennese ma lo era più di tutti noi. Una cultura sconfinata che si univa ad una umanità straordinaria. Dobbiamo molto a quest’uomo, alla sua vivace intelligenza, alla sue appassionate ricerche che ci hanno consentito di conoscere la millenaria storia della nostra città. Non lo dimenticheremo”.



Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: