Main Menu

Nel centenario della presenza delle ancelle in Paese

Pietraperzia: una statua del Sacro Cuore di Gesù all’ingresso del paese

Solenne manifestazione di fede e devozione al Sacro Cuore di Gesù quella svoltasi a Pietraperzia il primo giugno scorso con la posa e inaugurazione di una statua nella piazzetta denominata “Canalicchio”. Ad adoperarsi per l’iniziativa l’Istituto delle Suore Ancelle Riparatrici e l’associazione “Sentinelle di Corte” che curano l’opera della riparazione secondo il carisma del fondatore, il messinese Servo di Dio mons. Antonino Celona, e divulgano la devozione al Sacro Cuore. L’opera è stata resa possibile grazie ad una convenzione con il Comune che ne ha approvato il progetto e ne ha affidato l’area alla cura dell’associazione. In tal modo quest’area, che era abbandonata al degrado e alle erbacce è diventata una zona decorosa all’ingresso del paese, quasi a dare il benvenuto agli automobilisti che vi transitano lungo la Statale 121. Alla inaugurazione del monumento erano presenti tutti i sacerdoti, le suore, le associazioni cattoliche e gran folla di devoti. La cerimonia, presieduta dal Cappellano delle suore Ancelle, don Giovanni Messina, ha avuto inizio dalla cappella della vicina RSA con la processione delle Sentinelle di corte con il loro foulard giallo. Dopo una liturgia della parola ha avuto luogo tra gli applausi e i mortaretti la scopertura della statua ad opera del sindaco, avv. Antonio Bevilacqua, proseguita poi con la benedizione e l’incensazione. La Madre generale, assente per improrogabili impegni, ha fatto pervenire una lettera di ringraziamento che è stata letta dalla superiora sr. Vittoria Spampinato.
L’iniziativa era inserita nell’ambito dei festeggiamenti per celebrare il primo centenario di fondazione della congregazione delle Ancelle, fondate a Messina il 2 febbraio 1918, come recita la targa che è stata posta ai piedi della statua. La comunità delle Ancelle è presente a Pietraperzia fin dagli anni ’50 ospitata nel palazzo che la principessa Deliella donò per tale scopo alla congregazione. Le suore si sono adoperate per accogliere ed educare le fanciulle indigenti con l’educandato e la presenza in parrocchia. Attualmente ospitano due sezioni di scuola dell’infanzia. Nel tempo 22 ragazze di Pietraperzia si sono consacrate come suore secondo il carisma della Riparazione.



Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: