Main Menu

Martedì 29 maggio, ore 9:30

Festa della differenziata a Gela

Parlare di rifiuti e della loro riduzione già nei primi anni della scuola primaria risulta di fondamentale importanza per l’acquisizione, da parte dei bambini, di modelli comportamentali consapevoli e sostenibili che mirano a fare della raccolta differenziata una “sana” abitudine quotidiana.Il 29 maggio, alle 9:30 si terrà “Ecoday: la festa della differenziata”, una giornata organizzata da #SHIPLAB con ECOPLAST srl, azienda di Gela specializzata nella produzione di oggetti in plastica e l’Istituto comprensivo Statale S. Quasimodo, scuola sempre attenta ai bisogni della collettività e del territorio. Stimolare le prime riflessioni sul problema dei rifiuti. Incentivare l’acquisizione di modelli comportamentali socialmente utili e consapevoli. Conoscere le modalità di raccolta differenziata del proprio territorio. Stimolare l’attività di gruppo e la collaborazione per il raggiungimento di un obiettivo comune.

Lo scopo dell’iniziativa è proprio quello di avvicinare le giovani generazioni ai temi della sostenibilità ambientale, del rispetto del Pianeta Terra e delle risorse naturalistiche ci vengono messe a disposizione. Il corretto riciclaggio dei rifiuti è uno dei passi indispensabili per raggiungere questi più ampi obiettivi. Intrattenimento, gioco, riflessioni, brevi interviste agli alunni, interazione e buone pratiche sono gli elementi cruciali della giornata. Uno solo l’obiettivo: sensibilizzare i ragazzi fin da quando sono piccoli sul tema dell’educazione ambientale.

Sono gli allievi delle scuole primarie i “grandi” del futuro. E sono loro che vanno a casa a insegnare a papà e mamma come si fa la differenziata. Per migliorare noi dobbiamo puntare su di loro. I bambini saranno coinvolti in giochi e attività per imparare la differenziata. L’attività si propone come un modo divertente per affrontare questa delicata problematica, per cominciare a conoscere le varie tipologie di rifiuti e soprattutto per differenziarle nel modo corretto.La lezione teorica e frontale viene quindi sostituita da una serie di facili ma divertenti giochi, strutturati come un piccolo torneo a squadre. I bambini verranno suddivisi in più squadre e saranno invitati a svolgere i seguenti giochi: Il rifiuquiz, il lancio del rifiuto, il memorifiuto che li vedrà impegnati in attività all’aria aperta che daranno ai bambini anche la possibilità di muoversi, correre e fare squadra.



Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: